Dietologo Nutrizionista in Roma

 Medico Dietologo  Nutrizionista, in Roma

Un nutrizionista o un dietologo a Roma: prima medico, poi dietologo? o nutrizionista ?

dott. Marcello Marcelli Dietologo


Medico, Specialista in Scienza dell' Alimentazione-nutrizione Clinica 
Dal 1992 Primario Dietologo e Direttore di Struttura Complessa di Nutrizione Clinica dell' Azienda Ospedaliera S. Giovanni-Addolorata di Roma



Caro visitatore, Se sei arrivato su questa pagina  sarai interessato ai problemi di salute e nutrizione. Ti sarai chiesto se per te è più utile  un nutrizionista o un dietologo,  e se sia meglio un medico o un biologo nutrizionista.

Non so darti risposte  perché non so fare confronti.

 Ho lavorato in ospedale come medico Dietologo per 35 anni, ho diretto uno dei pochi centri pubblici di Dietetica e Nutrizione Clinica, presso l' A.O. San Giovanni Addolorata di Roma un grande ospedale romano plurispecialistico, ed ora sono un libero professionista, con studio in Piazza in Piscinula 8, Roma

I miei campi di interesse professionale e la mia esperienza, maturata attraverso centinaia  di consulenze ogni anno al letto del malati nei vari reparti ed almeno 4.000 visite ambulatoriali/anno, sono le patologie di interesse dietetico- nutrizionale: la obesità, la chirugia dell' obesità la malnutrizione , le sindromi da insufficienza intestinale e da malassorbimento, il morbo celiaco, la gluten sensitivity, le intolleranze alimentari, le magrezze patologiche e la cachessia per neoplasie, la anoressia, la bulimia, la nutrizione parenterale ed enterale, il diabete.

Qui c’ è il mio curriculum e la mia esperienza.

Prof M. Marcelli, medico, dietologo nutrizionista clinico in Roma

Dieta, nutrizione e Medicina


E' stato scritto che noi siamo quello che mangiamo: Un lungo percorso di ricerca ha evidenziato il ruolo rilevante della dieta e delle abitudini alimentari, che si strutturano fin dalla infanzia, nella genesi di molte patologie. I maggiori indicatori/fattori di rischio di malattia coronarica come ipertensione,  colesterolo alto, obesita’ e diabete, sono di per se patologie complesse con sovrapposizione di cause genetiche e comportamentali. 

Quanto sia modificabile il comportamento alimentare e con quali rischi , ( diete ossessive o squilibrate, fino ad  arrivare ai disturbi del comportamento alimentare in soggetti suscettibili) non è di facile previsione. Tuttavia un analisi approfondita dello stile di vita del paziente, del suo comportamento, della sua reale libertà di scelta tra tutti i vincoli del quotidiano è indispensabile per ottenere risultati positivi per una modifica stabile ed efficace dello stile alimentare. 

In alcune comuni patologie inoltre la dieta è cardine terapeutico: diabete, celiachia, alcune malattie metaboliche sono direttamente legate alla nutrizione. L' adesione alla dieta in questi pazienti sarà maggiore quanto più si sceglieranno soluzioni che tengano conto dei condizionamenti quotidiani. 

Nella gestione del sovrappeso e della obesità soluzioni di grande popolarità attuale, come la dieta del sondino, la dieta di Dukan, sembrano funzionare proprio grazie ad una  rigidità comportamentale e ad una adesione “obbligata” che dà buoni risultati a breve termine, ma  non è adatta tuttavia a garantire risultati a lunghissimo termine. Se si deve perdere peso, è per sempre.


    Chi sono ?
    
    Contattaci