IL CALCIO IN GRAVIDANZA

IL CALCIO IN GRAVIDANZA, DALLE OSSA DELLA MAMMA

alimenti ricchi in calcio

Il calcio è il minerale maggiormente presente nell’organismo umano,  si trova per il 99% nello scheletro. In Italia l' apporto medio di calcio con la dieta di è  835 mg/die, la richiesta di calcio in gravidanza è di 1,2 grammi al giorno. 

Il calcio è fondamentale per lo sviluppo neona­tale. Il fabbisogno di questo minerale aumenta durante la gravidanza e l’allattamento. Il feto richiede da 50 mg/die a metà della gravidan­za fino a 330 mg/die al termine, e lo prende dallo scheletro matereno. Il calcio perso dalla madre viene recuperato lentamente con la ripresa della funzione ovarica dopo la gravidanza.

Un buon apporto di calcio nella gravidanza è legato ad un minor rischio di parto pretermine, ad un buon peso alla nascita e miglior controllo della pressione  La supplementazione con calcio a basso dosag­gio durante la gravidanza riduce  il rischio di ipertensione gestazionale e  preeclampsia,

Le principali fonti alimentari sono  latte e i derivati e per una piccola parte cereali e ortaggi. Come per il ferro, Il calcio è più biodisponibile nel latte nei latticini, e  nell'acqua meno nei vegetali ricchi in fibra e fitati.

La donna in attesa dovrebbe sapere che bevendo una adeguata quantità di latte, anche parzialmente scremato, puo' assumere una quantità di calcio sufficiente per le sue esigenze e per quelle del nascituro.  Al posto del latte vi sono validi sostituti come formaggi, gelati, yogurt. Il formaggio (g 100) può dare circa mg 800 di calcio. Possono essere preferiti i formaggi magri o "light" che, limitando 1' apporto calorico, mantengono inalterato il loro contenuto di calcio.

La quantità di calcio secreta quotidianamente nel latte materno è variabile (da 150 a 300 mg/die) ed anche qui dipende dalla mobilizzazione del calcio depositato a livello delle ossa. 


Pagina 5 di 11